+39 328 937 0516 giusidemetrapanico@gmail.com

Grazie alla PNEI la Neuroscienza, nel panorama scientifico arriva una disciplina che ricerca ed interpreta la salute e la malattia con una visione molto più ampia in cui finalmente una disciplina scientifica riesce ad unire l’aspetto spirituale, cioè come agiscono le emozioni nel nostro corpo, con quello biologicio, cioè il lavoro biochimico delle cellule di tutti gli apparati del nostro corpo.

La PNEI Considera l’organismo umano come una “Unità” strutturata e interconnessa in cui i sistemi psichici e biologici si condizionano reciprocamente. La PNEI è il nuovo “Paradigma Scientifico” che sta soppiantando il puro paradigma meccanicistico riduzionista e il dualismo mente/corpo. La PNEI è un “Paradigma Sistemico a base Molecolare”. Finalmente nel panorama medico scientifico arriva una disciplina che studia i sistemi di regolazione dell’organismo, cioè il Sistema Endocrino, Nervoso, Immunitario e tra questi sistemi studiale relative condizioni psicosociali. Infatti il nostro intero organismo è composto da una immensa rete di comunicazione “Bidirezionale e diffusa” non gerarchica tra i diversi organi e apparati. Questa comunicazione avviene grazie all’utilizzo di segnali chimici condivisi, in reciproca relazione con l’ambiente fisico e sociale. La PNEI racchiude le conoscenze acquisite a partire degli anni venti e trenta del millenovecento di endocrinologia, di immunologia e delle neuroscienze. La PNEI ha potuto scientificamente dimostrare che le emozioni alterano l’attività immunitaria che a sua volta altera l’attività psichica di una persona. La psiche emerge dall’attività dei circuiti nervosi, ma retroagisce sulle condizioni biologiche che l’hanno prodotta.

Il primo a parlare dello “Stress”, termine preso in “prestito” dalla Fisica, fu Cannon ad introdurlo in medicina che studiò la risposta della midollare del surrene alle situazioni di emergenza. Successivamente Selye nel 1936 dimostrò che la risposta dell’organismo alle avversità coinvolge sia il “Fight or Fight response” e anche l’attivazione dell’asse endocrino ipotalamo/ipofisi/surrene. Possiamo dire che il nostro organismo utilizza il meccanismo dello Stress per contrastare fattori dell’ambiente esterno o interno che minacciano il mantenimento del nostro equilibrio dinamico, la così detta Omeostasi.  

E’ importante alimentarsi correttamente per sostenere la ripresa e la resistenza del nostro organismo. Impariamo a nutrirci meglio, per sostenere il nostro corpo che sostiene il Progetto della nostra Anima.